venerdì 24 settembre 2021

GUIDO LACCETTI (1879-1943): compositore di successo, tra opere e docenza al conservatorio di Napoli


di  LINO SPADACCINI

Già in altre occasioni abbiamo avuto modo di approfondire una delle più prestigiose famiglie di Vasto, quella del capostipite Luigi Laccetti, valente letterato, poeta ed educatore, che fondò nella nostra città una scuola di belle lettere e filosofia, di suo figlio Francesco, chirurgo e anatomista di chiara fama, con i suoi figli Carlo, medico e chirurgo, e Guido, apprezzato compositore. Oggi vogliamo ricordare la figura di quest’ultimo, scomparso settantacinque anni fa,l’8 ottobre del 1943,

giovedì 23 settembre 2021

Celenza giovedì 23 settembre: presentazione del libro di Rodrigo Cieri "Il mio universo"



Giovedì 23 settembre verrà presentato a Celenza il nuovo libro di Rodrigo Cieri dal titolo "IL MIO UNIVERSO ̶ persone ed eventi tra due millenni" , pubblicato da “Il Torcoliere” di Vasto.

L’universo a cui si riferisce l’autore è Celenza, con cui egli ha un legame estremamente profondo. 

E in ognuna delle 408 pagine del volume si intuisce chiaramente che la sua vita si svolge e scorre in fusione con quella di Celenza, di cui è stato sindaco per 10 anni (1997-2007).


"ART BIKE & RUN" FESTIVAL DELLA VIA VERDE 1-2-3 ottobre, ecco il programma delle numerose iniziative

 
1-2-3 ottobre 
Tre giorni di sport, arte ed enogastronomia nello splendido scenario della Costa dei Trabocchi lungo la Via Verde

Art Bike & Run è un evento internazionale promosso da Legambiente Italia in collaborazione con la Camera di Commercio Chieti-Pescara.  Ideatrice del format e organizzatrice dell’evento è l’agenzia Carsa srl di Pescara.

La segnalazione del giorno: I SEDILI ...DA CUI UNA VOLTA SI AMMIRAVA IL GOLFO

Vogliamo tornare su una segnalazione fatta una decina d’anni fa, ancora in attesa di soluzione. Alla Villa Comunale c’è una bella fila di sedili che rivolti verso il mare. Probabilmente quando sono stati installati non c’era la folta siepe  di oggi e  chi si sedeva poteva godersi la stupenda veduta del nostro golfo.
Ora la siepe in molti punti è arrivata a oltre due metri e chi si siede si trova di fronte solo la folta vegetazione. Del mare neanche l’ombra.  Siccome “I dettagli fanno la perfezione e la perfezione non è un dettaglio” (attribuita a Leonardo da Vinci), se si interviene forse è meglio.


martedì 21 settembre 2021

Mistero sulla morte di D'Annunzio: affiora l'ipotesi del suicidio

TEMA DI GRANDE ATTUALITA' ANCHE OGGI 
di Giuseppe Catania

Come' è morto Gabriele D'Annunzio ? E’ un ricorrente interrogativo da quando l'ex consigliere di amministrazione della Fondazione del Vittoriale , Attilio Mazza, ha avanzato una inedita ipotesi, scritta nel suo libro dal titolo "D'Annunzio Sciamano" (ed. Bietti 2002).

lunedì 20 settembre 2021

Come sono di temperamento oggi i Vastesi? Come quelli descritti dal Marchesani nel 1841?

N. Anelli Annina Cilli (Archivio Lino Spadaccini)
di Lino Spadaccini

Nella sua "Storia di Vasto", pubblicato a Napoli nel 1841, il medico e storico Luigi Marchesani, oltre a descrivere la città, i suoi personaggi e le tappe fondamentali della sua storia, dedica alcuni paragrafi ai cittadini vastesi, evidenziandone le qualità morali, il temperamento, costituzione e fattezze.
Ma leggiamo direttamente dal Marchesani come sono i vastesi:

"Contegnoso è il Vastese dell'un sesso e dell'altro: ei sembra lo Spagnolo del regno; tale lo dimostrano i modi di riverire ristretti ad un addio, ad un leggero inchino, ad un mezzo scappellarsi, i quali di poco ingrandisce quando gli ossequi ad alto personaggio tributa: tale altresì lo dimostra la non molta fortuna che nella capitale, ove vuolsi assai di umiliazione, ei si procaccia, quantunque quivi i Vastesi in ogni mestiere e professione rifulgano. Nella volgar gente il contegno confina con l'alterigia, e se quella piegasi, gli è ciò per motivo di dipendenza e clientela; non per tanto manca di rispetto: nel cuor di lei alligna anche un tantino di fierezza, la quale talvolta, come nel 1799, in ferocia si converte. Il Vastese mal soffre la prepotenza ed è geloso della parità, che dalla legge procede: sulle prime dissimula le conculcazioni, indi ne mormora, ed al presentarsi della opportunità piega con violenti atti il covato rancore; rammento all'uopo il tumulto del 1820: da tal carattere emergono scissure, di cui una per le preminenze chiesastiche fu durevolissima. Non amò servire altro signore che il Re… specialmente dalle ribellioni del 1346, del 1493, e da altre anteriori a queste, venuta a mia cognizione non à guari di tempo, nella quale i Vastesi con le armi alla mano insursero contro Russo de Soliaco, e 'l possesso della di terra di Vasto concessagli da Carlo II gli negarono; della quale insurrezione Re Roberto diede amnistia nel dì 25 Gennaro 1308. La urbanità verso dei forestieri è inconsideratamente eccessiva. Può dirsi ignotissimo il suicidio specialmente per amorosa fiamma, la quale non fa impazzire il Vastese. I legati pii numerosissimi, che notati troviamo nei testamenti e nei registri delle chiese, sono irrefragabile prova del religioso spirito Vastese".

Nel secondo paragrafo del Capitolo IX, il Marchesani si sofferma, sul temperamento, costituzione e fattezze del vastese, che propende per la "corpulenza", a causa dello scarso esercizio fisico, dell'umidità, ma anche dell'uso frequente di pesce e olio:

"Primeggia il sanguigno temperamento con cui la robustezza gareggia. Regolarissime sono le fattezze e quasi verticale il fronte. Vedonsi i maschi del signoril ceto tanto frequentemente belli, quanto nell'inferior classe le forosette: eglino generalmente presentansi alti della statura, laddove gli uomini della campagna sono per lo più bassi talché nelle leve di milizia ben difficilmente quei primi se ne esentano per ragione di statura.
Propendono i galantuomini alla corpulenza, di che le cagioni io ripongo nel poco esercizio fisico, nel continuo usar pesce ed olio, e nella spesseggiante umidità del cielo".



domenica 19 settembre 2021

OTELLO ED ELIO SCIPIONI PIONIERI DELLA RISTORAZIONE A LONDRA

Rilanciamo un video  di Vasto Gallery con una rara intervista ai fratelli Scipioni noti ristoratori a Londra.
Un bravo a Filippo  Marino che l'ha recuperata!

sabato 18 settembre 2021

IL BELVEDERE "FRANCESCO ROMANI" CAMBIA NOME

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Salvare
la memoria

di Gabriella Izzi Benedetti  

Sono convinta che il degnissimo concittadino Silvio Petroro, che tutti abbiamo stimato, ed era veramente facile volergli bene, si risentirebbe, se fosse ancora vivo, all’idea che il nome di Francesco Romani venga eliminato per far posto al suo, nel Piazzale Belvedere. 
Questo mi è stato detto e mi permetto alcune osservazioni. 

Il suono della tradizione in Abruzzo: seminario a Vasto

Iniziativa della Scuola Civica Musicale di Vasto: “Il suono della tradizione orale in Abruzzo”

Si svolgerà a Vasto, domenica 19 settembre presso i locali della Scuola Civica Musicale “F. Ritucci Chinni” in via Anelli, 1, il seminario “Il suono della tradizionale orale in Abruzzo”, a cura di Massimiliano Di Carlo.

Strano ma vero: quei difficili termini "uastarule" sono tutte parole di origine latina!

Ma chi Uastareule! Nu parleme lu Latèine!

I giovani di oggi e i non vastesi si meravigliano molto quando ascoltano qualche termine dialettale che si discosta molto dall’italiano. Ma loro non sanno che le parole, come la toponomastica, rivelano sempre storie molto antiche. 

Bene ha fatto Tito Spinelli a concludere il suo "Lessico del Dialetto Vastese" (Cannarsa 2008) con una sezione dedicata alle etimologie, dove si spiegano tante curiosità.

Per capire di cosa stiamo parlando facciamo alcuni esempi di strani termini vastesi che  vengono dal latino.

Abbulé, indebolire, latino abolere
Chicacce, zucca, lat. cucucja
Felle, fetta, lat.offella
Filèine, fuliggine, ragnatela, lat. felinea
Frussiàune, raffreddore, lat . flussio-onis
Jachile, corda del basto, lat. jaculum
Mucurecce, muffa, lat. mucor
Pinnazze, ciglia, lat. pinnacula
Tijèlle, tegame, lat. tegella
Zuffunnà, sprofondare,  lat. subfundare

Se la cosa vi incuriosisce vi suggeriamo di continuare lo studio nel prezioso volume di Spinelli.

Elezioni 3-4 ottobre: Vademecum dell'ANCI con tutta la normativa in vigore

Pubblichiamo il link del VADEMECUM ANCI (Associazione  Nazionale Comuni d'Italia) sulle prossime elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. (Gli eventuali ballottaggi si svolgeranno nei giorni 17 e 18 di ottobre). 
Il vademecum è aggiornato con le ultime novità normative e giurisprudenziali in materia elettorale. Molte le novità! 

venerdì 17 settembre 2021

Festa della Madonna dei Sette Dolori: domenica sarà presente il card. Menichelli

Domenica la Festa solenne con la presenza del Cardinale Edoardo Menichelli
PRESSO LA PARROCCHIA DI S. MARCO EVANGELISTA SI STA CELEBRANDO IL SETTENARIO DELLA BEATA MARIA VERGINE ADDOLORATA
In questi giorni, presso la Parrocchia di San Marco Evangelista, si sta svolgendo, con la presenza della Statua della Vergine (trasferita nella chiesa parrocchiale dalla Cappella), il Settenario di preparazione alla Festa della beata Vergine Addolorata Madonna dei Sette Dolori

giovedì 16 settembre 2021

Tre piccolissimi bambini, madre e nonna morti in un furioso incendio in via Buonconsiglio nel 1870

pubblicato il 15 ott 2016
Non si sa se c'è stata l'esplosione di 4 quintali di polvere da sparo. Comunque è successo un inferno! 
Abbiamo pubblicato nei giorni scorsi  la storia di Barbara Ialacci Pfeifer, alla ricerca dei suoi parenti tra Vasto e San Salvo.
http://noivastesi.blogspot.it/2016/10/barbara-ialacci-pfeifer-sulle-tracce.html
Tramite alcuni dettagli siamo venuti a conoscenza di una storia inedita. Un furioso incendio in via Buonconsiglio nel 21 novembre 1870 in cui morirono una madre, tre suoi piccoli in tenerissima età e la suocera ultrasettantenne. Si salvarono il marito e tre figli grandicelli che si buttarono dalla finestra.
All'archivio comunale cè solo documento in oggetto: una delibera del comune che autorizza la spesa di 237 lire per lo sgombero delle macerie e per il ritrovamento delle salme e che approva un encomio per il sindaco Silvio Ciccarone (senior) per aver incitato Domenico Ialacci a buttarsi dalla finestra con i suoi tre figli perchè "conscio che nel sottostante terreno (a fianco della Cattedrale ndr) era il deposito di quattro quintali di polvere da esplodere alla prima favilla che vi si appiccasse"
Nè la storia di Barbara Ialacci tramandata dagli avi in America, nè il documento,  dicono dello scoppio di quell'enorme quantità di polvere da sparo. Ma se si parla di macerie e di cadaveri sepolti dalle rovine, molto verosimilmente lo scoppio ci fu. E fu tremendo.
Se ci sono amici storici che ne sanno qualcosa, saremo lieti di pubblicare loro interventi.  
NDA  

Presentazione del libro "Dal Mezzogiorno all'Europa" venerdì 17 settembre ore 18 presso la Pinacoteca di Palazzo d'Avalos

Presentazione del libro "Dal Mezzogiorno all'Europa" venerdì 17 settembre ore 18 presso la Pinacoteca di Palazzo d'Avalos.
 Il volume  che ha per sottotitolo "Pensieri per una nuova Italia attraverso Croce e Mattioli" è curato da Nicola Mattoscio, Pasquale D'Alberto e Costantino Felice. 
Così lo presenta l'editore Rubbettino: "Quale fu il rapporto di Benedetto Croce con la cultura scientifica del suo tempo? Quale la sua relazione di letterato e filosofo con un corregionale, economista, del calibro di Raffaele Mattioli? E, infine, oltre i protagonisti della Storia d’Italia, come si può riconsiderare l’annosa questione del Mezzogiorno in una prospettiva che tenga in debita considerazione il tema dello sviluppo nell’ambito dell’attuale realtà Europea? A questi e ad altri interrogativi cerca di rispondere il presente volume, che raccoglie i contributi di tre distinti convegni promossi dal Premio nazionale di cultura Benedetto Croce tra il 2018 e 2020, ma che si muove nel senso di un’unica traiettoria: suscitare nuove riflessioni sul pensiero e l’azione dei protagonisti del passato per interpretare lo scenario culturale, politico e sociale dello Stato unitario italiano dalle origini fino ad una dimensione compiutamente europea".



Lo scienziato Cosimo De Giorgi in visita a Vasto nel 1883: ecco le impressioni del suo viaggio

Remo Petrocelli ci ha inviato un interessante articolo tratto da “Il Propugnatore”, giornale politico-commerciale-amministrativo-agronomico della Puglia (1883, A. 23, nov.,12, fasc. 41).
A firmare l'articolo non è un giornalista comune, ma addirittura il noto scienziato Cosimo De Giorgi,
 https://it.wikipedia.org/wiki/Cosimo_De_Giorgi    che da uomo dal “multiforme ingegno” dà una descrizione molto aderente della sua visita alla città a fine ‘800.
Il personaggio è stato accolto alla stazione da "due gentilissimi signori del Municipio", i consiglieri Giuseppe De Pompeis e Filippo Monacelli, che gli hanno fatto visitare la città e dato tutte le necessarie informazioni per l'articolo. L'esito è buono: provate a leggere il pezzo! Tra l'altro De Giorgi scrive: "Com'è pura l'atmosfera su queste colline!Che serena bonarietà, che schietta cortesia degli abitanti! Qui l'ospitalità è tradizionale e tutti gareggiano nel render gradito il soggiorno a chi vi si reca per diporto".
Volendo mettere i puntini sulle "i", una svista c'è: i Vastesi sono chiamati "Vastini", forse per assonanza con i "Vestini" popolo italico di Penne e dintorni. Ma ciò non toglie nulla al valore dell'articolo.
articolo>>>

A breve la “SOLITA” riunione sull’arretramento della statale 16, che si tiene all'Aquila prima delle elezioni!

Da parecchi decenni prima di ogni elezione si tiene all’Aquila la “SOLITA” riunione sull’arretramento della statale 16.

 Più o meno siamo alla scadenza del tempo tecnico. Volete scommettere che nella prossime settimane verrà convocata la “SOLITA” riunione senza decidere nulla?

L’amara pillola che noi Vastesi dobbiamo digerire è che tutti hanno ottenuto l’arretramento della SS16 tranne Vasto! 

Nei posti più vicini a noi sono state realizzate varianti a Foggia-San Severo- Termoli- Ortona Francavilla-Pescara-Pineto ecc.ecc.  

Aspettiamo fiduciosi...!

NDA

PS   Dell’Ospedale parliamo un’altra volta…

VASTOPHIL 2021: ECCO TUTTI GLI APPUNTAMENTI DAL 14 AL 19 SETTEMBRE

 Programma

MARTEDI 14 SETTEMBRE 2021

Ore 16,00 Apertura della mostra “ICONOGRAFIA DANTESCA” con esposizione
filatelica, libri, cartoline, ed oggetti di collezionismo; oltre alle opere realizzate  dagli alunni del Liceo Artistico “S. Orsola” di Roma dedicate alla Divina Commedia.  Apertura della installazione in porcellana dell’artista Miriam
Melle “O gloriose stelle...”

Ore 17,30 Presentazione della emissione filatelica dedicata al 700° anniversario della 
morte di Dante Alighieri e annullo speciale dedicato a “L’Inferno”

martedì 14 settembre 2021

A VASTO FORMAZIONE PROFESSIONALE GRATUITA FINANZIATA DALLA REGIONE ABRUZZO

 A VASTO OPPORTUNITA’ DI FORMAZIONE PROFESSIONALE GRATUITA FINANZIATA DAL PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI DELLA REGIONE ABRUZZO
Sono in partenza presso il Centro di Formazione Polaris di Vasto sette corsi di formazione gratuiti finanziati dal programma Garanzia Giovani rivolti a giovani NEET – Not Employment, Education & Training, cioè giovani tra i 15 ed i 29 anni che in questo momento non studiano e non lavorano.

FINE DEL FERMO BIOLOGICO: TORNA IL PESCE FRESCO

Coldiretti Impresapesca ricorda che, nella notte tra il 14 e il 15 settembre, “torneranno finalmente in mare i pescherecci abruzzesi per rifornire i mercati, la filiera e la ristorazione di pesce fresco. Via libera dunque a fritture e grigliate a ‘chilometro zero’ realizzate con il pescato locale”.

Sportello di ascolto Patris Corde e lo Sportello di Distribuzione Vestiario al via

Martedì 14 settembre inaugurazione di due lodevoli iniziative di volontariato della Curia. L'APS Collegio Istonio apre lo sportello di ascolto Patris Corde e lo Sportello di Distribuzione Vestiario. I dettagli sulla locandina.

Una triste data per San Salvo: il 15 settembre 1868 il brigante Pomponio uccise il capitano Ciavatta

Il 15 settembre Giuseppe Pomponio ferocissimo capo brigante di Liscia uccise il capitano Luigi Ciavatta. All’ agguato presero parte 5 salvanesi

Soffiava un leggero favonio verso le sei di pomeriggio del 15 settembre 1868, quando don Luigi Ciavatta capitano della Guardia Nazionale (nata per la repressione del brigantaggio) figlio del sindaco del Comune di San Salvo, attraversava con la sua giumenta, il sentiero “Cellarotta” (l’attuale via Caravaggio) per recarsi ad ispezionare le sue sterminate terre (500 ettari), che iniziavano dal Virruccio e si protraevano fino alla Bufalara. 

lunedì 13 settembre 2021

A FINE '600 OPERANTI A VASTO DUE VETRERIE

Si ha notizia che, già nel 1300, operavano a Vasto valenti maestri vetrai provenienti da Murano. Nei secoli successivi fu Don Cesare Michelangelo D'Avalos, marchese del Vasto, a favorirne l'iniziativa, finanziando un tal Lorenzo Del Moro. 

DI GIUSEPPE CATANIA

Guardando verso il fiume Trigno, sulla piana S. Angelo, si scorgono, maestose e fumanti, le ciminiere dei forni della Società Italiana Vetro di San Salvo, ora Pilkington /NSG.
Cinquanta anni orsono, dopo la scoperta di ingenti giacimenti metaniferi, lungo la vallata del fiume

domenica 12 settembre 2021

I Pastori di D'Annunzio: settembre andiamo è tempo di migrare...

A proposito di un Cimitero per animali di affezione nella nostra zona

Una trentina di anni fa ero a Dublino ad accompagnare un gruppo di studenti delle solite “Vacanze Studio”. In una escursione di fine settimana ci portarono a visitare un Pets Cemetery (cimitero per gli animali di affezione). A noi sembrò una grande novità e scattai la foto allegata a questo post.



Ma nel 2007 a sorpresa anche l’Abruzzo si dotò di una legge che dava il via libera alla realizzazione di cimiteri del genere. Era la legge regionale “L.R. 7 maggio 2007, n. 9 Cimiteri per animali d'affezione”, che “detta i criteri e disciplina le modalità per l'istituzione di cimiteri per animali di affezione”,

sabato 11 settembre 2021

Furci: solenni festeggiamenti per il BEATO ANGELO, ecco il programma

 Nella comunità di Furci tornano i solenni festeggiamenti del patrono. il Beato Angelo.Di seguito il programma della festa.

Sabato 11 settembre:

Ore 18:30-Santa Messa nella Casa del Beato e novena al Beato Angelo;

Domenica 12 settembre (Vegilia della Solennità del Beato Angelo);

Ore 9 in Santuario-Santa Messa;

Ore 11 nella Chiesa Parrocchiale-Santa Messa;

Ore 18 in Santuario-Celebrazione della Santa Messa a conclusione del Novenario in onore del Beato Angelo,a seguire accoglienza di Sua Ecc.za Rev.Mons.Vincenzo Paglia (Presidente della Pontificia Accademia per la vita) e conferenza sul suo libro "Ricominciare".

Lunedì 13 settembre "Solennità del Beato Angelo Nel ricordo della Trasfigurazione da Napoli Furci:

11 settembre, il racconto di uno dei soccorritori: "Torri crollate, enorme ammasso di macerie e tutti alla ricerca di persone ancora vive"

Mario Andreani


A PARLARE IL VASTESE MARIO ANDREANI  A NEW YORK DA OLTRE MEZZO SECOLO

Venti anni fa, l'11 settembre 2001, alle 8.45, due aerei di linea dirottati da Al Qaida furono fatti schiantare contro le Torri Gemelle a New YorkNel giro di 1 ora e 42 minuti entrambe le torri crollarono. I detriti e gli incendi causarono poi il crollo parziale o totale di tutti gli altri edifici del complesso del World Trade Center.

Mario Andreani
Un terzo aereo, fu fatto schiantare contro il Pentagono, sede del Dipartimento della Difesa, causando  il crollo della facciata ovest dell'edificio. Un quarto aereo, venne fatto inizialmente dirigere verso Washington ma precipitò successivamente, in Pennsylvania, a seguito di una eroica rivolta dei passeggeri. 

Gli attacchi causarono la morte di 2.977 persone (più 19 dirottatori) e il ferimento di oltre 6.000.

Quella mattina dell’11 settembre, venne coinvolto nei soccorsi anche un vastese doc, Mario Andreani, a New York dalla fine degli anni ’60, ora pensionato,  ma all’epoca dipendente della MTA (Metropolitan Transportation Authority).   

Così Mario ricorda quel terribile giorno: “Quel giorno ero a 8th Street e Broadway, in Manhattan, non lontano dalle Torri. Verso le nove del mattino si sentiva una confusione  tremenda arrivare da quella direzione, ma non vedevo niente,  con tutti quei palazzi! Mentre cercavamo di capire cosa stesse succedendo, arrivò l’ ordine di rientrare  immediatamente alla base. Si capì subito la dimensione del disastro,  si cominciarono organizzare i soccorsi. Verso le tre del pomeriggio arrivammo al World Trade Center: trovammo le Torri crollate, un enorme ammasso di macerie, tanta polvere,  e soccorritori frenetici e silenziosi alla ricerca di persone ancora vive. Un mio collega mi domando: “Ma dove siamo a Beirut?”






Toccante è anche il ricordo di quel giorno di sua moglie Ida Tenaglia

11 SETTEMBRE: quella mia visita a Ground Zero


Agosto 2002 Ground Zero, dove erano le Torri Gemelle,
una piccola croce a ricordo delle 2.800 vittime
Ad agosto 2002 – ad un anno dall’attacco alle Torri Gemelle -  ho avuto modo di visitare, assieme a mia moglie,  Ground Zero a New York. . Le ferite erano ancora fresche e la commozione è stata grande. 
In quel periodo stavano finendo di svuotare i detriti dall’enorme cavità dove

venerdì 10 settembre 2021

Gli Abruzzi, gli Abruzzesi.”: Raccontare il Paesaggio umano, sociale e ambientale abruzzese del primo ‘900 attraverso le opere di Carlo d’Aloisio da Vasto





ASSOCIAZIONE CULTURALE “ARCHIVIO DEL MAESTRO CARLO D’ALOISIO DA VASTO” 
PRO LOCO CITTA’ DEL VASTO 
COMITATO PREMIO VASTO D’ARTE CONTEMPORANEA 


Comitato Promotore delle iniziative in Abruzzo per il 50° del Maestro Carlo d’Aloisio da Vasto   
comitatoper@carlodaloisiodavasto.it - www.carlodaloisiodavasto.it - Tel./Whatsapp +39 335 72.56.123 

COMUNICATO STAMPA

“Gli Abruzzi, gli Abruzzesi.”: Raccontare il Paesaggio umano, sociale e ambientale abruzzese del primo ‘900 attraverso le opere di Carlo d’Aloisio da Vasto. 

Al via il Progetto Civico, Artistico e Culturale partecipato con l’invito a Cittadini, Enti e Imprese a segnalare le Opere del Maestro nella propria disponibilità per valorizzarle, esponendole in mostra e in catalogo. Nonostante da

CONFINDUSTRIA: Europa verde, digitale e resiliente: Yves Paindaveine ne parla a “TRAIETTORIE DIGITALI”, evento dedicato alla transizione digitale e green


Europa verde, digitale e resiliente: Yves Paindaveine ne parla a “TRAIETTORIE DIGITALI”, evento dedicato alla transizione digitale e green.
10 settembre - Aurum di Pescara Pescara
Si terrà venerdì 10 settembre alle ore 15:30 presso l’Aurum di Pescara il convegno nazionale “Traiettorie digitali” che porterà nella città Adriatica la voce di esperti di fama nazionale e internazionale per un confronto sui temi della transizione digitale come abilitatore dello sviluppo per imprese e società civile. L’Europa, con le sue priorità politiche, ha elaborato pacchetti di misure che interesseranno i diversi ambiti strategici per gestire la duplice transizione, verde e digitale, per rendere più resilienti la società e l’economia. 

mercoledì 8 settembre 2021

ISTITUTO PALIZZI: quell'anno in cui tra gli allievi c'era FEDERICO CAFFE', il futuro economista con cui si laureò DRAGHI

Il Palizzi verso il centenario. L'ex preside Nicolangelo D'Adamo ricorda la gloriosa storia dell'Istituto. Con qualche curiosità, tra cui il nome dell'allievo Federico Caffè, futuro economista di fama mondiale, ritenuto il maestro di Draghi. https://www.corriere.it/sette/politica/mario-draghi-lezione-federico-caffe/index.shtml






ISTITUTO “FILIPPO PALIZZI”: Quasi un secolo di storia
di Nicolangelo D'Adamo

Il “Palizzi”, come viene solitamente chiamato l’Istituto Commerciale e per Geometri di Vasto, l’anno prossimo compirà 100 anni! La sua lunga storia sarà ricordata nell’occasione con un fitto calendario di eventi.
L’Istituto Commerciale nacque da una intuizione dell’allora sindaco di Vasto F. Ritucci –Chinni, nel mese di settembre del 1922, come scuola Comunale, con un notevole sforzo economico dell’Amministrazione.

Purtroppo quel Consiglio Comunale sarà forzosamente sciolto il 7 giugno successivo, e toccò poi al Commissario Cesare Perdisa avviare l’iter per la regificazione e sgravare il Comune di quel gravoso titolo di spesa. A dargli man forte provvide il locale segretario del PNF Raffaele Giacomucci che chiese l’intervento del Sottosegretario Giacomo Acerbo e di Raffaele Paolucci.

Il 18 marzo del 1925 l’Amministrazione Comunale di Vasto, guidata dal sindaco Pietro Suriani , conferì la cittadinanza onoraria al Ministro delle Finanze Alberto de Stefani motivandola con la benemerenza acquisita nella “Fondazione del Regio Istituto Commerciale di Vasto”: evidentemente erano arrivate da lui delle assicurazioni. E finalmente nella tarda primavera arrivò il RD 1059 dell’11, giugno 1925 che statalizzava l’Istituto con il nome “Nicola Paolucci”, padre di Raffaele, e lo poneva alle dipendenza del Ministero del Lavoro anziché a quello dell’Educazione Nazionale.

Intanto si iscrivevano sempre più alunni e si era alla ricerca di una sede degna del ruolo regionale di quell’istituto. L’occasione si presentò nel 1926 con la soppressione della Sottoprefettura. E l’anno dopo furono avviati i lavori dall’Amministrazione provinciale, proprietaria di quell’immobile a fianco alla chiesa di S. Antonio, per adattarlo alle esigenze di una scuola. I lavori finirono il primo ottobre del 1927.

La regificazione ebbe altresì una funzione di volano non solo per la crescita dell’Istituto, ma anche per la sua conoscenza in Regione ed altrove . Tanto che persino il nipote del Duce, Tito Mussolini, scelse Vasto per gli Esami di Stato nel !931.

La reputazione dell’Istituto cresceva nel territorio di anno in anno al punto che tra gli iscritti troviamo alunni che venivano persino da Pescara (diventata provincia solo nel 1927) che preferivano l’Istituto di Vasto al “Galiani” di Chieti. Tra essi anche un giovane particolare, quel Federico Caffè che sarebbe diventato un economista di fama mondiale, anche se per solo un anno (1929/30). Insieme a quel grande economista tante generazioni di studenti del territorio, abruzzese e molisano, si formarono in quell’Istituto.

Nel 1933 (RD 24.agosto.1933), dal primo ottobre, all’Istituto Commerciale venne dato un indirizzo Mercantile (solo 21 Istituti in tutta Italia ed unico in Abruzzo con quell’indirizzo), dotato di autonomia funzionale e sottoposto al controllo del Ministero dell’Educazione Nazionale. Il nuovo indirizzo consentiva il rilascio del titolo di Perito Mercantile e portò in dote un sontuoso Laboratorio Merceologico, che sarà a lungo vanto di quella scuola.

Dal 1940 (10 agosto) all’indirizzo Mercantile si unì una sezione per Geometri, soprattutto per l’interessamento del Provveditore agli Studi di Chieti Francesco Di Pretoro, che era stato Preside dell’Istituto vastese.

Nel 1944 l’Istituto venne intitolato al pittore vastese Gabriele Smargiassi, ma il 10 gennaio 1945 il Collegio dei Docenti cambiò di nuovo intestazione e scelse il definitivo “Filippo Palizzi”.

NICOLANGELO D’ADAMO


 IDA CANDELORO ha pubblicato su fb una serie di foto di quando l'Istituto era a fianco alla chiesa di  S. Antonio (anni '30-'40). Immagini che danno benissimo l'idea del livello raggiunto dall'Istituto!  Ringraziamo IDA per queste belle foto.













"VIA VERDE": CHI CI METTE I SOLDI PER LE MANUTENZIONI ? Ecco la lista delle piste in abbandono da San Severo a Vasto

In molti hanno commentato su fb il nostro post sulla futura gestione della Pista ciclabile Ortona-Vasto in fase di ultimazione, in cui proponevamo di affidare ad un solo ente la gestione della manutenzione della pista e la promozione sui mercati del turismo.

Tra i commenti più interessanti quelli di Giuseppe Fallucca, un esperto del settore, che tra l'altro dice:   
"Il problema vero è ben altro. La disponibilità di fondi per la ordinaria e straordinaria manutenzione. Ad oggi non conosco ente che abbia a disposizione soldi per ciò"
E aggiunge in un altro commento: "Tornando al problema piste ciclabili e loro manutenzione, posso fare un elenco di cosa è successo nella realtà di tutti i giorni, a Vasto, Termoli, Montenero di Bisaccia (San Severo è inutile parlarne,

martedì 7 settembre 2021

E' VENUTO A MANCARE LUCIANO LAPENNA

E' venuto a mancare Luciano Lapenna ex sindaco di Vasto ex consigliere regionale. Unanime il cordoglio della città, unanime il ricordo.   Stimato da tutti, in città è considerato un politico di razza che sapeva ascoltare, mediare,   trovare soluzioni.

Questo il ricordo personale del sindaco Menna apparso su fb: 

Ciao Luciano,
mi mancherai tantissimo.
Continueranno ad accompagnarci il tuo sorriso, le tue telefonate, le tue riflessioni, la tua onestà. Hai insegnato tanto a tutti. Ci hai educato alla politica, alla legalità, alla questione morale, ai temi fondamentali della politica. Spero un giorno di incontrarti di nuovo, magari insieme ad altre persone care per stare ancora insieme, per capire se alla fine era giusto così.
Ti abbraccio maestro.
Tvb Luciano

Francesco Menna

I funerali si terranno  mercoledì  8 settembre alle 14.30 nella chiesa di San Giuseppe. La città potrà salutare Lapenna, già oggi, nella sala consiliare del Comune di Vasto dove è allestita la camera ardente. 

MESSAGGI DI CORDOGLIO >>>

lunedì 6 settembre 2021

“la Conchiglia Onlus”: “Con IntrecciaAMOci emozioni alle stelle e progetti decollati, grazie agli intrecci condivisi”

Mariella Alessandrini, presidente de “la Conchiglia Onlus”: “Con IntrecciaAMOci emozioni alle stelle e progetti decollati, grazie agli intrecci condivisi”
“Con la tenerezza dell’accoglienza discreta e di un clima di gioia, si è aperta la nuova stagione di attività a pieno ritmo dell’Associazione “La Conchiglia”, con l’evento “IntrecciaAMOci” che ha avuto luogo giovedì 2 settembre presso i Giardini di Palazzo

VIA VERDE 42 KM : EVITIAMO DI AFFIDARE LA GESTIONE AI SINGOLI COMUNI, MEGLIO UNA GESTIONE "UNITARIA" DA PARTE UN SOLO ENTE

Via Verde: i sindaci della costa hanno inviato una nuova richiesta al Presidente della Regione, al Presidente Provincia di Chieti, agli Assessori regionali al Demanio e al Turismo, per convocare un incontro nel quale si giunga ad una decisione finale  sull'acquisto delle ex stazioni e del patrimonio residuo lungo la Via Verde da Ortona a Vasto.    Si tratta di 524.716 mq di terreni e 7.302 mq di fabbricati.

In sostanza i Comuni chiedono alla Regione i soldi per l'acquisto e  chiedono di diventare loro i proprietari di queste strutture. 

Noi invece da tempo andiamo dicendo che bisogna creare un "ente" che gestisca in modo unitario tutta la "Via Verde" e ne acquisisca la proprietà. La formula  amministrativa migliore la troveranno i tecnici, "consorzio" (formato da regione, provincia, comuni), comitato, partecipata, riserva  ecc.

La struttura è unica è non si può fare lo "spezzatino"!

C'è bisogno di un solo ente che in modo uniforme: gestisca  la "promozione" della struttura sui mercati del turismo;  provveda alla manutenzione ordinaria e straordinaria dei 42 km di pista;  e soprattutto trovi le necessarie coperture finanziarie per i vari lavori..

Le potenzialità della Via Verde della Costa dei Trabocchi sono notevoli, non ci si può permettere di fare errori nelle future scelte. Non dimentichiamo poi che almeno nel tratto sud bisogna ancora concludere parecchi lavori.

NDA

Verso l'8 settembre: un doveroso ricordo

Un doveroso ricordo della guerra in Abruzzo, pubblicato da Abruzzo Forte e Gentile e rilanciato fa Vasto Abruzzesistica, registrato 30 anni fa con Emiliano Giancristofaro in veste di conduttore e Costantino Felice e Umberto Russo come relatori.

Società Vastese di Storia Patria: 8 settembre "Riflessioni sulla Costituzione e sulle origini della Repubblica Italiana"



sabato 4 settembre 2021

Oggi 25° della morte: VITTORIO SARODI, UN ARTISTA CHE MERITA DI ESSERE RISCOPERTO

Oggi 25°  della morte di Vittorio Sarodi lo ricordiamo con questo ampio servizio pubblicato 4 anni fa. 

Ci sono personaggi a Vasto che meritano di essere riscoperti.
Vittorio Sarodi anni '70
Uno di questi è certamente il pittore VITTORIO SARODI, Vasto nel 1935, trasferitosi a Chieti, scomparso nel 1996. E' stato membro dell'Accademia de "I 500" di Roma ed  accademico ordinario dell'Accademia degli Abruzzi, con medaglia al merito conferita dalla Presidenza dell'Accademia stessa. Ha allestito mostre personali in Ita­lia ed all'estero. Ha preso parte a numerose manifestazioni artistiche nazionali ed internazionali conseguendo premi di rilievo. Numerosi critici, su quotidiani e riviste specializzate, si sono interessati alla sua attività. Opere di Sarodi figurano in numerose collezioni italiane ed estere. Negli ultimi anni di attività Vittorio Sarodi si è andato affermando in campo nazionale come uno dei più autentici rappresentanti della corrente di ispirazione figu­rativa.

Nel 2006 Giuseppe Catania ha pubblicato un bell'articolo su di lui
RICORDO DI UN ARTISTA A 10 ANNI DALLA SCOMPARSA
di GIUSEPPE CATANIA
A 10 anni dalla scomparsa  (1996), è sempre vivo il ricordo del cav. prof. Vittorio Sarodi (1935-1996), un esponente della cultura artistica di Vasto e dell'Abruzzo.
Membro delle Accademie de "I 500" di Roma e d'Abruzzo con medaglia al merito, si è imposto all'attenzione nel mondo dell'arte in Italia e all'estero. Membro dell'Associazione Teatina Culturale Artistica, è stato premiato alle manifestazioni pittoriche di Manziana, Vasto, Chieti, Popoli, Castel Gandolfo, Pescara, Sorrento, L'Aquila, Antona, Milano, Roma. Le sue opere sono state esposte nella natìa Vasto alla Saletta dell'AAST nell'agosto 1969, nell'aprile 1974. Ha conseguito il "Tetradramma d'Oro" ed il "Leonardo da Vinci (1974), lo "Speciale per la Cultura" (1977), il Machiavelli d'oro (1977), l'Oscar dell'export ( 1979) a Roma. Sarodi è stato protagonista anche al Gran Prix International D'Arte Contemporanea a Milano 1980.






Notevole nella sua produzione artistica l'intensa ricerca stilistica che è stata costante sua

ELEZIONI COMUNALI 3-4 OTTOBRE: PRESENTATE LE LISTE, ECCO I NOMI

 Presentate le liste, a Vasto sono in lizza sei candidati sindaco: Dina Nirvana Carinci (Movimento 5 Stelle, ChiAma Vasto e Vasto d'Amare), Anna Rita Carugno (Ora rispetto per tutti gli animali), Guido Giangiacomo (Forza Italia, Fratelli d'Italia, Lega, Vasto Futuro e Movimento Vasto), Francesco Menna (Partito Democratico, Sinistra per Vasto, Avanti Vasto, Filo Comune, Città Virtuosa, Moderati per Vasto e Futuro e Sviluppo per Vasto), Alessandra Notaro (La Buona Stagione, Per Vasto, Azione, Vasto 5.0) e Angela Pennetta (L'Arcobaleno e L'Orizzonte è Vasto).

TUTTI I NOMI DEI CANDIDATI DELLE LISTE SU 

https://www.histonium.net/notizie/attualita/56294/voto-a-vasto-tutti-i-candidati-in-lizza

UNITRE: UNA SERATA DI SWING PER CONCLUDERE L'ESTATE

Per ragioni meteo  il concerto "SwinGum" organizzato dall'Unitre di Vasto e previsto per oggi sabato 4 settembre alle ore 21.30, si terrà presso la Pinacoteca di Palazzo d’Avalos anziché ai Giardini. L'ingresso sarà contingentato, per un massimo 50 persone



Comunicato dell’UNITRE di Vasto per la conclusione dell’a.a. 2020-2021

Cari Docenti e cari Soci,

mentre continua la sospensione delle attività didattiche in presenza e nonostante il permanere di motivi di pericolo e preoccupazione, il Consiglio Direttivo ha organizzato nei