venerdì 7 febbraio 2020

Festeggiamenti per la Madonna di Lourdes:LA STATUA VENNE DONATA DALLA BARONESSA ROSINA DE ROSIS

Solenni festeggiamenti a Vasto in onore della Madonna di Lourdes, nella Cattedrale di San Giuseppe.

Particolare fervore di fede nella comunità parrocchiale che da anni ormai rinnova una tradizione che coinvolge le popolazioni della Città e dei centri vicini.
Nella Cattedrale di Vasto i rituali della festa della Madonna di Lourdes si svolgono con l'esposizione della Statua legata ad una donazione fatta dalla Baronessa Rosina De Rosis, che era sposa a Leopoldo Palmieri, e che la fece venire espressamente dall’alta Savoia, e riproduce la medesima effigie collocata nella Grotta di Massabielle.
 Rosina De Rosis, figlia del Barone Domiziano e della N.D. Graziella Berlinghieri, era nata a Rossano Calabro, dove la sorella Isabella, fondò l'ordine delle Suore Riparatrici del Sacro Cuore, la cui casa Generalizia è a Roma e il suo
ordine e diffuso in Italia,Venezuela e nelle Filippine.

LA CAMPANA DELLA "MATER MISERICORDIAE" DELLA CATTEDRALE 
Chiama a raccolta i fedeli devoti della Madonna di Lourdes.
Fusa ad Agnone, è stata benedetta dall'allora Arcivescovo Chieti-Vasto, Mons.Vincenzo Fagiolo.
Viene azionata elettronicamente e suona a distesa il giorno undici di ogni mese, per ricordare la misericordia di Dio che viene offerto tramite la Madonna Santissima a tutti noi. I devoti della Madonna di Lourdes di Vasto e dei centri vicini ogni sera, 1’undici del mese, si radunano in Cattedrale per la recita del Santo Rosario e per ricordare il miracolo dell'apparizione a Bernadette. Le campana (del peso di 2 quintali) è installata sul campanile della Cattedrale ed è stata fusa dai titolari della Ditta Marinelli di Agnone, Pasquale e il nipote Armando, discendenti del fondatore Nicodemo, custodi gelosi di una antichissima tecnica di fusione. Della Fucina Marinelli sono state fuse le campane per la Basilica di San Paolo fuori le mura di Roma, per la chiesa della Vergine a Tucuman, per la cattedrale di Buenos Aires e per i santuari della Grecia, Jiugoslavia, India. Ad Agnone fuse le campane della Gancia di Palermo che diede i segnali durante i "Vespri Siciliani" il lunedì di Pasqua 1282, e in tempi recenti per le chiese dei paesi terremotati del Friuli e l’Irpinia, la "Mundial Bell".
L’11 febbraio 1976 la campana venne benedetta dall'allora Arcivescovo Metropolita Mons.Vincenzo Fagiolo.

GIUSEPPE CATANIA 

Nessun commento: