sabato 8 aprile 2017

Foto d'epoca: i ragazzi di San Giuseppe anni 50-60

Il gen. ANTONIO SANTINI  ci segnala che sabato aprirà i battenti la  fantastica mostra fotografica sui Ragazzi di San Giuseppe anni 50-60: 
Tempo fa il Generale, inviandoci alcune foto,  aveva così ricordato il periodo in cui la parrocchia di San Giuseppe (con don Felice Piccirilli Parroco) era il fulcro della città.   
 PARROCCHIA DI SAN GIUSEPPE ANNI 50-60 
 Nel 1952 nella Parrocchia di San Giuseppe arriva come vice parroco don Stellerino D’Anniballe. Il dinamico parroco don Felice PICCIRILLI trova un collaboratore altrettanto dinamico e con idee innovative per i ragazzi e giovani dell’Azione Cattolica della parrocchia. 
Nel 1954 organizza il primo campeggio estivo a Castiglione Messer Marino con ragazzi di circa 10 anni e come
assistenti ragazzi di 14-15 anni. L’avventura inizia con il trasferimento da Vasto a Castiglione, con un camion con le sponde alte, con materiali e vettovaglie e sopra i ragazzi. Arrivo a Castiglione, pernottamento all’addiaccio in una chiesa abbandonata (ora riaperta al culto) e il giorno successivo trasferimento a Madonna del Monte in località la “lupara”(allora mulattiera, ora strada asfaltata) , a piedi e con i muli con vettovaglie e materiali, sistemazione nella chiesa e la scoperta che l’acqua bisognava andarla a prendere in una fonte a circa 1 km.  Seguirono ogni anno altri campeggi, meno avventurosi ma altrettanto impegnativi, in località vicino a Castel di Sangro , Pizzoferrato e stazione di Palena . In questi anni la parrocchia è un fermento di attività che coinvolgevano i ragazzi dell’Azione Cattolica. Ricordiamo la settimana dell’argento vivo, i dove tutti i ragazzi della parrocchia venivono coinvolti in attività ricreative e spirituali, il carnevale dei ragazzi con sfilata di carri per le vie della città, le olimpiadi vitt, la vittoria del concorso nazionale di religione, la preparazione, l’emozione degli esami fatta da una commissione esterna, il favoloso viaggio a Roma (la prima volta per tutti) per il ritiro del gagliardetto alla presenza del Santo Padre PioXII.
Infine la nascita e le glorie della mitica squadra di calcio della parrocchia, l’AUDAX allenata da Franco Ercolano, che nel 1959 approdò alla finale nazionale giovanile del CSI , dopo aver vinto il campionato regionale.
Grazie a don Felice e don Stellerino abbiamo avuto la possibilità di trascorrere una fanciullezza e una adolescenza divertente, serena ed educativa, anche con i pochi mezzi economici che avevamo a disposizione.

1 commento:

nicolangelo ha detto...

Camion con le sponde....pernottamento all'addiaccio...chiesa abbandonata...a piedi e con i muli...e l'acqua a....un km" !!!! Quale parroco organizzerebbe oggi un campeggio simile e chi accetterebbe di partire? Ma era la Vasto misera del dopoguerra con la voglia di vita normale nonostante tutto: la chiesa che prova a dare delle risposte e sacerdoti coraggiosi che consumano la loro vita per i propri parrocchiani; anche quell'improbabile e avventuroso campeggio era una risposta alla disperazione e un mezzo per strappare un sorriso a chi aveva pianto troppo. Grazie don Felice e don Stellerino!