sabato 19 maggio 2018

Vasto, località di soggiorno e turismo, dove l'acqua è erogata solo la mattina

Cav. Giuseppe Catania
presidente Assostampa
di Giuseppe Catania

Vasto, località di soggiorno e turismo, dove l'acqua è erogata solo la mattina
Vasto, splendida località di soggiorno e turismo, dal lungomare di sabbia dorata, dove gli ospiti sono ac­colti con la proverbiale gentilezza dai titolari degli stabilimenti ricettivi, dove è apprezzata la prelibatezza della tipica cucina locale a base di pesce fresco pescato in loco e dove i cuochi fanno a gara nella preparazione di gustosi manicaretti tra cui il noto "brodetto di pesce alla vastese”. Vasto, città con tante
attrazioni e manifestazioni estive, molto gradite dagli ospiti del golfo lunato.

Tutte belle prospettive, si dirà, che, però sono in con­trasto con il problema vecchio come il cucco: la erogazione dell'acqua potabile, elemento essenziale per una località turistica.

Infatti, l'approvvigionamento idrico a Vasto, ini­zia alle ore sette del mattino e viene inspiegabilmente interrotto nelle prime ore del pomeriggio, quando, cioè, se ne sente più bisogno. E questo non fa che pregiudicare la preferenza degli ospiti che giungono qui per godere di una vacanza tranquilla e senza difficoltà.

Quello del flusso idrico potabile è un problema che si trascina,ormai, da oltre un trentennio e le diverse amministrazioni che si sono avvicendate a Palazzo di città non sono state in grado di risolvere questo handicap,che getta ombre sulla stagione estiva, non solo sugli ospiti, ma anche sugli abitanti, specialmente del centro storico dove non sempre è possibile dotarsi di autoclave perché le case antiche non dispongono di spazi sufficienti per procedere alla installazione di questo impianto.

Qui le abitazioni risalgono al tempo dell’antica Histonium quando vi erano i bagni pubbli­ci alimentati dagli acquedotti ,l’anfiteatro a Piazza Rossetti dove, ricolmato di acqua si svolgevano le battaglia navali (le Naumachie) per divertimento pubblico. Oggi sono molti a ritenere che si viveva meglio prima al tempo del Municipio romano.

Spesso il flusso idrico,viene interrotto senza avviso a causa della rotture di condotte precarie, inutili le proverbiali invettive nei riguardi dei manutentori...

A Vasto il problema idrico è atavico, dispiace e irrita constatare che non viene adottato alcun provvedimento.

Giuseppe Catania

1 commento:

sergio egizj ha detto...

La cosa più seccante è il non ricevere adeguate informazioni, nemmeno contattando il numero verde della SASI. Proporrei, comunque, visto che il problema durerà, l'erogazione dell'acqua per quattro ore al mattino, tre ore il pomeriggio e due ore la sera a cadenza fissa. In tal maniera la popolazione potrà fare affidamento ad una erogazione sicura.