mercoledì 9 maggio 2018

Tagliente sulla Bandiera Blu: va bene ...ma perchè San Salvo Marina SI' e Vasto Marina NO?

"Come si fa a ritenere meritevole tutta la Marina di San Salvo ed escludere  quella di Vasto che si snoda sulla stessa linea naturale del golfo? 

Da Giuseppe Tagliente riceviamo e pubblichiamo.

Per l’ennesima volta la bandiera blù è stata accordata limitatamente alle località di Punta Penna e Vignola con esclusione della spiaggia di Vasto Marina. Avrei evitato pertanto al posto del sindaco di
ritirare e poi di esibire con il solito battage pubblicitario un trofeo che penalizza Vasto e crea perplessità anche sul piano del merito scientifico.

Come si fa infatti a ritenere meritevole (e quindi di pregio anche sotto l’aspetto della vulnerabilità ) tutta la Marina di San Salvo ed escludere la quella di Vasto che si snoda sulla stessa linea naturale del golfo? Come si fa a ritenere che il confine immaginario del torrente Buonanotte possa rappresentare uno spartiacque di qualità e non tenere neanche conto che questa parte dell’arenile è stata definita come zonaSic ( zona d’interesse comunitario) al pari di Punta Penna ?

C’è qualcosa che non convince nelle modalità di questa classificazione e, se posso dirlo, sui criteri cui ricorre la Fee per il conferimento della bandiera blu.

Su questi aspetti sarebbe opportuno soffermarsi a controllare e riflettere. Nell’interesse del turismo e dell’industria turistica vastese.

Peppino Tagliente

1 commento:

Giuseppe Franco Pollutri ha detto...

Di certo ha ragione Peppino Tagliente, ex sindaco di Vasto, nell'interesse della città e delle sue attività turistico-ricettive, a pensare che ... "C’è qualcosa che non convince nelle modalità di questa classificazione e, se posso dirlo, sui criteri cui ricorre la Fee per il conferimento della bandiera blu".
Peraltro, a mio avviso, e per dirla tutta, mentre dovrebbero essere gli amministratori comunali in carica (come suol dirsi, quelli "che stanno al Comune"!)a sentirsi in dovere di chiedere ed ottenere chiarimenti precisi e documentati che giustifichino la ripetuta e incompresibile discriminante nel segnare i "confini", a nord e a sud dei ... "paralleli" geografici che delimitano la costa adriatica Vasto-San Salvo; qualche dubbio, o magari più di uno, dovrebbero porsi lo stesso popolo elettore vastese che continua a dare consenso e fiducia agli uomini e alle politiche (evidentemente dannose per il bene comune) attuate, da oltre un decennio, dalle Maggioranze/Giunte a guida pd e liste associate.