giovedì 22 giugno 2017

ACM Vasto: cresce l’offerta formativa

Al centro Carlo Viggiano 
Dal presidente  di ACM, Carlo VIGGIANO, riceviamo e pubblichiamo

Un incontro particolare, quasi una assemblea straordinaria dei soci, quello che si è tenuto ieri sera in un locale cittadino, nel quale ACM Vasto ha notificato la nuova struttura organizzativa e il rinnovo delle cariche sociali.
All’incontro hanno partecipato numerosissimi soci, testimoniando in tal modo orgogliosa appartenenza associativa e consapevole
condivisione degli obiettivi e delle scelte fatte per il raggiungimento.

All’incontro ha partecipato anche una delegazione del COTIR (Consorzio per la Divulgazione e la sperimentazione delle Tecniche Irrigue) che vive, come a tutti noto, un periodo di grande difficoltà ed il cui destino, ci auguriamo, non sia quello di un irreversibile negativo declino.ACM, invece, manifesta verso il personale dell’istituzione solidarietà e non solo.

Meno di un anno fa, infatti, ACM presentò al COTIR un protocollo di collaborazione teso soprattutto a ridare slancio alle attività costitutive attraverso la valorizzazione delle competenze professionalipresenti all’interno della struttura, nonché la disponibilità ad avviare progetti finalizzati alla realizzazione di: corsi di formazione, consulenza alle aziende e costituzione di reti d’impresa nel campo agro-alimentare. La proposta è ancora in attesa di essere presa in considerazione, anche se da parte dell’ ACM sussistono ormai forti dubbi circa un possibile positivosviluppo alla proposta formulata.

La ricerca di nuove forme di collaborazione e aggregazione fra le imprese costituisce per ACM una vera e propriamissione: “siamo fermamente convinti – ha sottolineato il presidente Carlo Viggiano – che con la realizzazione di una rete collaborativa fra professionisti si possano trovare nuove opportunità di lavoro e crescita imprenditoriali nel nostro territorioe anche fuori di esso. Su questa “missione” la nostra Associazione ha proseguito il Presidenteha”investito” formando due giovani associati: il primo presso la Fondazione Marco Biagi, dove ha conseguito l’attestato di Manager di Reti di Imprese ed il secondo presso il centro Cavour di Roma dove ha frequentato un corso per Progettazione fondi Europei.

Arrivare dritti ai finanziamenti dell’Unione Europea, attraverso propri consulenti, capaci di individuare, pianificare e realizzare progetti altamente qualificati: è questa la grande scommessa su cui punta l’Associazione che, in questo ultimo periodo, ha incrementato il numero degli associati, “arruolando”nuove figure professionali costituite da giovani preparati e motivati, consulenti senior con notevole bagaglio di conoscenze ed esperienze acquisite in anni di attività presso aziende multinazionali e non ultimo ricercatori del COTIR.

Altro aspetto è la formazione: sia essa di tipo classico che a distanza,ma entrambe finalizzate all’inserimento, in particolare di giovani, nel mondo del lavoro attraverso l’apprendimento di nuove tecniche gestionali molto spesso orientate alla multimedialità, e quest’ultima costituisce, fin dalla nascita, la principale ragione d’essere della ACM.

A tal proposito invitiamo a visitare sia il nostro sito - wwwacmvasto.it che la pagina FB acmvastofacebook ma ancorpiù importante è interagire con noi al fine di sviluppare nuove conoscenze.

ACM è cresciuta negli anni e vuole continuare a crescere proponendosi, all’ attenzione delle Istituzioni e del mondo del lavoro in genere, con il fine di dare il proprio contributo per la crescita del territorio.



ACM – Vasto

Il Presidente Carlo Viggiano

Vasto li, 22/06/2017

1 commento:

Antonio Leonardo Rosati ha detto...

Una sincera solidarietà ai lavoratori del Cotir. Anni di dedizione sul luogo di lavoro e grande professionalità espletata sul campo non sono serviti, almeno fino ad oggi, a scongiurare il declino di questa importante struttura del vastese. Nel frattempo nessun intervento perentorio da parte delle istituzioni locali e non per evitare che la situazione arrivasse a questo stato di cose. Da semplice cittadino che ha avuto l’opportunità di conoscere da vicino questi lavoratori, non posso che augurare a tutti una rapida risoluzione della loro vertenza e quindi un più sereno futuro lavorativo. Antonio Leonardo Rosati.