venerdì 4 gennaio 2019

Istonio (1888) di Monacelli il primo giornale di Vasto

di GIUSEPPE CATANIA

Il primo giornale di Vasto è stato il settimanale "ISTONIO - Corriere della Domenica", fondato nel 1888 da Emilio Monacelli e da lui stesso diretto fino alla sua morte nel 1912.
"Parva favilla" era il motto apposto alla destra sotto la testata e l'Ufficio della direzione del Giornale era a Corso Plebiscito nn. 44-46. Nel numero 3 - anno XXIII - del 29 maggio 1910 leggiamo che l'abbonamento annuo costava lire 5,00 e quello semestrale lire 3,00; per l'estero "le spese postali in più".
Quattro erano le colonne di Istonio che rappresentava una voce viva ed autorevole di Vasto ed uno strumento di promozione socio culturale, per le battaglie civili condotte per la difesa e la valorizzazione del patrimonio vastese.

Istonio era diretto da Emilio Monacelli, ma l'anima era anche il fratello Silvio. L’on. Enzo Marcellusi, che fu attivo collaboratore del settimanale, nel trentennale della scomparsa di Silvio Monacelli, scrisse un appassionato ricordo su Silvio Monacelli "biondo e di aspetto gentile e sorridente; ma pur sembrava spesso raccogliersi, tutto nello sguardo riflessivo, dietro le lenti cerchiate d'oro."

Silvio Monacelli era un giornalista nato e il giornale costituiva la fonte di vita.

Era nato a Vasto il 28.2.1890. "Egli, scriveva, correggeva, curava l'impaginazione, i titoli, i caratteri, tutto insomma; e quel piccolo foglio settimanale usciva dalle mani e dal cervello di Silvio lindo e fresco di stampa e di pensiero, appariva duttile e chiaro, vario ed armonioso, come un'amabile offerta all'amico lettore; era pronto a farsi leggere così per gli articoli gravi e delicati sulle questioni amministrative e politiche e per la cronaca minuta." L'Istonio si distingueva per la coerenza politica e si batté costantemente per la realizzazione del porto di Vasto, ponendosi sempre al servizio delle nobili cause cittadine, con impegno giornalistico sempre sollecito a difendere il retaggio della Città, di cui recava con orgoglio il nome nella testata, con lealtà e professionalità, esaltando i protagonisti che della storia, della cultura dell'arte hanno tracciato un solco indelebile a prestigio e decoro di Vasto.

Silvio Monacelli, oltre che giornalista, fu anche un eccellente oratore e volentieri accondiscendeva a pronunciare discorsi commemorativi o di rappresentanza per la città e per le sue istituzioni.

Dobbiamo alla gentile, cortese amabilità del dott. Luigi Monacelli, Generale di Divisione, figlio di Silvio (morto nel 1919), le notizie su "Istonio", che ci hanno consentito di avviare un tracciato del percorso di una testata, la prima apparsa in Città.

Una testata gloriosa che ha portato sempre alto il nome di Vasto, che prima della seconda guerra mondiale era noto come Istonio, da Histonium, antico municipio dei romani.

Un settimanale ove apparivano firme prestigiose e autori di interventi di grande spessore culturale.
Un giornale che ha aperto la strada ad altre testate giornalistiche che si sono susseguite nel secolo scorso fino ai nostri giorni.

Giuseppe Catania

Nessun commento: