martedì 24 aprile 2018

Ritucci sulla Festa della Liberazione





Rilanciamo una riflessione di Lucio Basso Ritucci, ex assessore del Comune di Vasto, sulla Festa della Liberazione.

25 APRILE FESTA DELLA LIBERAZIONE
Libertà: una parola che racchiude in sé una realtà necessaria per la persona e per un popolo, come la festa nazionale ci ricorda.
E’ sempre indispensabile declinare questa parola in tutti i suoi “casi” personali e sociali.
Voglio ricordare il 25 aprile con la poesia intitolata “libertà”. Versi tra i più celebrati di Paul Eluard, poeta surrealista “rivoluzionario” francese, nato nel 1895 e morto nel 1952.

Libertà
Sui miei quaderni di scolaro / sul banco e sugli alberi / sulla sabbia e sulla neve / scrivo il tuo nome / su tutte le pagine lette / su tutte le pagine bianche / pietra sangue o cenere / scrivo il tuo nome. / E per il potere di una parola / ricomincio la mia vita. / Sono nato per conoscerti / per darti un nome / Libertà.

Lucio Basso Ritucci

Nessun commento: